Esempio di gioco serio di squadra, l’approccio LEGO®SERIOUS PLAY® permette di modellare concetti astratti in 3D, per una migliore comunicazione, collaborazione e creatività individuale e collettiva nella gestione della complessità.

Perché giocare?

È stato riconosciuto dagli scienziati cognitivi e comportamentali che il gioco è una forma fondamentale di apprendimento, in particolare per affrontare il cambiamento. Il gioco sviluppa la capacità di imparare a imparare, crea profondi cambiamenti nel comportamento e permette uno sviluppo autonomo.

Questo è vero sia per i bambini che per gli adulti.

Nelle organizzazioni, il gioco applicato a fini professionali diventa un “gioco serio”, che mira a raggiungere un obiettivo specifico di management o di formazione.

L’uso dei giochi nel contesto lavorativo aiuta ad uscire dalle abitudini logico-verbali e comportamentali, per sperimentarsi in nuove abilità. Ad esempio combinare creatività e logica per trovare soluzioni, prendere rischi per raggiungere e passare rapidamente all’azione per raggiungere l’obiettivo. Attraverso il divertimento e la sorpresa, il gioco scatena l’entusiasmo e mobilita tutti, al di là delle barriere culturali e generazionali.

In sostanza, l’uso di attività ludiche assicura gruppi di lavoro più efficaci, in cui i collaboratori partecipano con piacere, danno un senso all’azione collaborativa e usano tutte le loro capacità per trovare soluzioni e sperimentare nuovi comportamenti efficaci, che poi adotteranno nel quotidiano.

L’approccio LEGO® SERIOUS PLAY

“Gioca e diventerai serio”. – Aristotele

Il metodo LEGO® SERIOUS PLAY® (LSP) utilizza i mattoncini LEGO come mezzo di espressione e di esplorazione della realtà, per sviluppare le capacità individuali e collettive di comunicazione, di problem solving creativo e di collaborazione.

Questo approccio permette alle persone di affrontare questioni di identità, di squadra e organizzative o di affrontare progetti complessi, sulla base della loro rappresentazione 3D e grazie al contributo di ogni partecipante.

Basato sulle teorie costruttiviste dell’apprendimento, il metodo LEGO® SERIOUS PLAY® è nato negli anni ’90 all’interno del Gruppo LEGO®, con l’obiettivo di rinnovare le pratiche di gestione. Sostenuto dalla ricerca del ramo LEGO Education e dall’Istituto IMD di Losanna, si è poi evoluto in modo indipendente ed è ora confermato dalle scoperte delle neuroscienze cognitive.

Il Core Process

In un workshop LSP il facilitatore invita le persone ad esplorare progressivamente un argomento attraverso una serie di domande. Per ogni domanda si applica un processo di apprendimento chiave:

  • Definizione di un problema rilevante (domanda)
  • Costruire la risposta (individualmente o collettivamente) con i mattoni
  • Condividere la costruzione con il gruppo
  • Riflessione e apprendimento individuale e collettivo

 

Le scoperte delle neuroscienze dimostrano che c’è una connessione speciale tra le mani e il cervello: lavorare con le mani mobilita la capacità di intuizione e creatività, per una maggiore apertura nella ricerca di soluzioni a un dato problema.

Comunicare e imparare meglio attraverso le metafore di mattoncini

Costruire la risposta con i mattoncini LEGO permette di materializzare i concetti astratti in un modello concreto che aiuta la chiarificazione. Le idee diventano metafore in mattoncini della realtà e sono più facili da condividere.

Il modello funge da “mediatore” nel parlare in pubblico, il che facilita ll’espressione e lo scambio di idee, per una comunicazione più efficace.

Inoltre, esprimersi attraverso le metafore incoraggia la spontaneità e sollecita le capacità visive, uditive e cinestetiche dei partecipanti, per un migliore ancoraggio dell’apprendimento. Infine, l’emozione associata alla narrazione aiuta la memorizzazione, mentre il piacere del gioco e le interazioni con i pari motivano i partecipanti ad andare oltre.

Dall’individuo al gruppo, il metodo facilita la partecipazione attiva, l’apprendimento sostenibile e la costruzione di un linguaggio condiviso indipendentemente dalla cultura o dalla posizione.

I workshop LEGO® SERIOUS PLAY

Di durata variabile da tre ore a tre giorni a seconda dell’obiettivo, i laboratori iniziano sempre allineando le competenze dei partecipanti: indipendentemente dalle loro capacità iniziali, alla fine della prima sequenza tutti sanno costruire, usare metafore e raccontare una storia con i mattoncini LEGO.

Il workshop stabilisce poi una dinamica ritmata per spostare progressivamente il gruppo dal lavoro individuale alla costruzione collettiva.

A partire dai modelli di ogni partecipante, è possibile costruire un sistema collettivo di rappresentazione del problema e condurre cosi una riflessione condivisa. Questo permette di mantenere sempre visibili le idee essenziali di ogni partecipante, che si puo sempre riconoscere nel proprio modello anche durante la costruzione di una soluzione sinergica.

Il collettivo non cancella le priorità individuali, anzi, le valorizza per creare un maggiore impegno di ciascuno nel processo collettivo.

A seconda della durata del workshop, è possibile manipolare le diverse parti del sistema per simulare scenari e testare strategie, al fine di analizzare il loro impatto, trarre conseguenze e identificare piani d’azione auspicabili. Questo processo riduce il rischio di errore durante l’implementazione nella realtà.È anche un potente strumento per allenarsi a prendere decisioni in contesti incerti e ambigui.

Aree di applicazione

Il metodo LSP ha dimostrato di essere molto efficace nel trattare con :

  • Problemi di identità individuale e di squadra
  • Pensiero creativo intorno a un tema chiave (anche in grandi gruppi)
  • Problemi di innovazione di prodotti o servizi da una prospettiva UX
  • Problemi di costruzione di una visione condivisa di un progetto o missione
  • Problemi di strategia organizzativa nel suo ecosistema (agenti esterni, stakeholder, fattori di influenza, ecc.)

I facilitatori certificati

Nel metodo LSP, i mattoncini LEGO sono strumenti potenti che facilitano l’emergere della conoscenza, il parlare e la collaborazione.

Si tratta prima di aprirsi agli altri e poi di difendere e negoziare il proprio punto di vista, fino a raggiungere un accordo per una costruzione condivisa.

L’elemento umano e la relazione sono al centro del processo, a condizione che si sappia gestire le dinamiche. Per assicurare un workshop di successo è importante affidarsi a facilitatori professionisti che garantiscono:

  • Padronanza dello strumento e del metodo
  • La costruzione di un’officina su misura
  • Accompagnare gli individui
  • Gestione delle dinamiche di gruppo

 

Nadia BENEDETTI – Facilitatore certificato LEGO® SERIOUS PLAY

Vuoi saperne di più? Contattaci, saremo felici di dialogare con te.

 

A télécharger : LEGO® SERIOUS PLAY® et les soft skills

Laissez-nous vos coordonnées pour télécharger le document. Nous pourrions vous envoyer des mises à jour sur le sujet.

Grazie per aver scaricato il documento

A télécharger : LEGO® SERIOUS PLAY® et les soft skills

Compila i dati per scaricare il documento. Non ti sommergeremo di spam, ma potremmo mandarti degli aggiornamenti sull’argomento.

Grazie per aver scaricato il documento

A télécharger : LEGO® SERIOUS PLAY® et les soft skills

Fill in the data to download the document. We will not flood you with spam, but we could send you updates on the topic

Grazie per aver scaricato il documento

Share This
error: Alert: Content is protected !!